L’Albero della Vita

Buongiorno, polpette! Era da un po’ che non pubblicavo articoli, perciò oggi ho deciso di tornare trattando una tematica che mi sta molto a cuore: l’amore che possiamo dare a chi non ne ha mai ricevuto abbastanza.

Qualche settimana fa ero per le strade di Caserta per registrare uno dei video più importanti del mio canale e che pubblicherò tra circa un mese, quando un ragazzo di nome Saulino mi ha fermato e mi ha parlato dell’Onlus – L’Albero della Vita, un’associazione che ha lo scopo di aiutare il prossimo e dare ai bambini l’opportunità di nutrirsi, ricevere cure mediche, seguire le loro passioni e di assicurargli condizioni di vita più dignitose.

Non scherzo se vi dico di essere rimasta ad ascoltare le parole di Saulino con interesse, perché come ben sapete io amo cercare di aiutare le persone e mi rende triste sapere che ci siano ancora tante ingiustizie nel mondo come la mancanza di sostegno per minori e ragazze madri.

L’Albero della Vita vuole:

  • porre fine alla povertà in tutte le sue forme in tutto il mondo;
  • porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare e migliorare la qualità della nutrizione; promuovere l’agricoltura sostenibile;
  • garantire una vita sana e promuovere benessere per tutti a tutte le età;
  • garantire un’istruzione di qualità, inclusiva ed equa; promuovere opportunità di apprendimento permanente per tutti;
  • raggiungere l’uguaglianza di genere e favorire l’empowerment per tutte le donne e le ragazze;
  • garantire la disponibilità e una gestione sostenibile di acqua e servizi igienici per tutti;
  • garantire un accesso all’energia affidabile, sostenibile, moderno per tutti e a prezzi equanimi;
  • promuovere una crescita economica sostenuta, inclusiva e sostenibile, una occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti;

Questi sono soltanto alcuni degli obiettivi che l’associazione si impegna a realizzare ogni giorno, lottando contro la povertà nel mondo e contro le disuguaglianze sociali.

Conosco diverse persone che non hanno più potuto rivedere i loro fratelli e familiari a causa della distanza e del fatto che molto spesso può capitare che in seguito all’adozione le famiglie povere o costrette a vivere in pessime condizioni vengano smistate; mi capita spesso di pensare al fatto che farei di tutto per far rivedere di nuovo le persone a cui tengo e i loro cari, ma poi mi rendo conto del fatto che non sono invincibile, non sono Superman, quindi non ho i super poteri e non posso cambiare le cose, nonostante esse suscitino in me una rabbia che non potete neanche immaginare. Tante volte mi dico che vorrei tornare indietro e cambiare tutto, nonostante queste cose siano successe anche prima che io conoscessi le persone di cui vi sto raccontando.

Voi vi siete mai sentiti colpevoli di non fatto abbastanza, anche se quell’abbastanza riguarda qualcun altro e non voi?

Io sì, tante volte… e, anche se so di non poter cambiare il passato, continuo a sperare nel futuro.

Se volete dare una mano anche a distanza a degli esseri umani in difficoltà che in quanto tali meritano una vita felice e sana quanto la nostra, andate nel sito www.alberodellavita.org e rendetevi conto di quanto potremmo collaborare per cambiare le cose e per garantire ai più bisognosi più possibilità e apprensione e meno disuguaglianza e smistamenti di famiglie in diverse parti del mondo.

Vi invito a donare qualcosa, potete farlo a distanza e non avete vincoli.

Ricordate che il mondo e il futuro sono nelle nostre mani e fatemi sapere se deciderete di contribuire.

Ve se ama!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *